mercoledì 21 ottobre 2020

Chauvet Cave - Cave of Forgotten Dreams by Werner Herzog (2010)


 Bel documentario su quello che si può tranquillamente considerare uno dei più grandi capolavori artistici della storia dell'umanità.

Pitture e incisioni dal paleolitico superiore (33.000 anni a.c.) di diversi animali ed esseri umani.

giovedì 8 ottobre 2020

Perché la negatività è più virale ? (...e perché il mondo è sempre più oscuro...)




Ogni giorno e ad ogni click le nostre personalità vengono sottilmente manipolate ed influenzate attraverso l'utilizzo della rete e dei social.

Ma come mai il mondo sembra diventare sempre più oscuro e le notizie sempre così esageratamente amplificate verso il peggio ?

sabato 3 ottobre 2020

Gli Usa hanno dichiarato guerra al Partito Comunista Cinese (e nessuno ne parla...)


Il segretario di Stato Mike Pompeo il 23 Luglio scorso ha tenuto uno storico discorso all'esterno della Nixon Library.

Senza tanti giri di parole dopo decenni di una politica di engagement iniziata propro da Nixon e  Kissinger nel 1972, oggi gli Stati Uniti chiamano l'occidente ad unirsi ancora una volta contro quella che è probabilmente la più grande minaccia mai affrontata.

Tutto iniziò per contrastare, contenere e circondare l'Unione Sovietica.

giovedì 10 settembre 2020

Chiara Ferragni e la Colpa alla "Cultura Fascista"

La Chiara nazionale ha commentato l'omicidio Willy incolpando la "Cultura Fascista".

I due balordi delinquenti che hanno vigliaccamente pestato a morte il povero ragazzo mi sembra abbiano più a che fare con la cultura camorristico, mafiosa, delinquenziale tanto promossa sui media social e non.

Se pensiamo al numero di film, libri, serie televisive sfornate recentemente nel bel paese vediamo come l'immagine meglio e maggiormente esportata sia proprio quella del delinquente di strada, senza passato, senza futuro, senza speranze.

Non credo che questo abbia a che vedere con la cultura fascista. 

mercoledì 9 settembre 2020

Fake news e la nuova realtà - Post Verità



Le fake news o notizie false sono una cosa vecchia come la storia dell'uomo e la sua capacità di comunicare, trasmettere e suscitare emozioni.

Tanto per intenderci alcuni esempi come l'Iliade, l'Odissea, le religioni o le ideologie possono essere considerate fake news.

Niente di nuovo sotto il sole quindi, se non fosse che i mezzi di comunicazione dalla loro nascita ed evoluzione hanno disegnato una parabola e ora ci troviamo nella fase discendente.

Questo perchè l'espansione dei mezzi di comunicazione è inversamente proporzionale alla qualità dei contenuti.

All'aumentare del primo si riduce il secondo.

La comunicazione moderna trae profitto dai numeri di click e visualizzazioni, dalla viralità e condivisione. Non dai contenuti.

Conta solo il numero non il contenuto (lo stesso accade anche alla vita delle persone ma questa è un'altra storia).

martedì 1 settembre 2020

La crisi Italiana dell'ultimo ventennio in 5 punti (considerazioni e proposte)


- Economia

Pil - 4,3%

Pil procapite -6,9%

Consumi delle famiglie - 2%

Compravendita abitazioni -23,7%

Produzione Industriale -17,9%

Tasse + 47,4% (la copertura del debito pubblico con i risparmi dei privati continua)

giovedì 27 agosto 2020

Indifferenza


Petali e fiori ignorati
Vite Ignorate
La prudenza è incontinenza della parola
L'ultima nota della malinconia è sempre amara
Ripetitivo
Senza regole
L'eternità è nella tua mente 
Un'idea 
Un impulso vitale
Lo spirito si è perso
Nello scontro tra le terre e le acque
Issa la tua insegna affinché possa essere derisa 
Mostrati e apriti
Affinché tu possa essere ferito
E poi curato
Amato
E poi dimenticato
I tuoi sogni devono superare il tuo ego
Immersi in quella illusione dolciastra
Senza speranza 
che del cuore s'impadronisce.

giovedì 6 agosto 2020

Umberto Eco - Sul complotto, da Popper a Dan Brown (2015)

Di seguito un'interessante lezione sulle teorie del complotto e il fascino che esse suscitano.

Il complottista è un credente secolarizzato, la sua forma mentis è la stessa di un credente convinto di avere accesso ad una verità negata o non compresa dai più.

Enjoy



martedì 23 giugno 2020

Cenotafio (Tomba Vuota)

Quella tristezza dolciastra che affanna
affonda il cuore
Senza speranza
Riportami nel buio e lasciami nel nulla
Dimenticato
Invisibile
Solo da lì potrò iniziare una rivoluzione
Un pensiero Vergine
Non condiviso
Per un instante soltanto
Lungo un'eternità
Sarà pura Bellezza

giovedì 11 giugno 2020

La strategia del terrore

La pandemia è l'ultimo, ed in assoluto il più efficace, strumento attraverso il quale reprimere e controllare la società in maniera discutibilmente superiore al reale pericolo.

Dal 2001 in avanti il mondo occidentale vive in un stato di terrore continuo

Alimentato da:

- Estremismi Terroristici (religiosi, politici, ideologici)
- Finanziario (2001,2008.2010,2019)
- Biosicurezza (Sars 2002, Mani - Piedi - Bocca 2008, Aviaria 2009, Mers-Cov 2012, Coronavirus 2019)

Mossi dalla paura, abbiamo accettato misure e limitazioni delle nostre libertà come mai prima nella storia.

Abbiamo accettato di restare confinati in casa a comando.

Chiudere ogni attività

Abbandonare i malati.

Lasciarli morire e bruciarli senza funerale.

Soli.

Pendere dalle labbra di scienziati criminali mentre vendono dalla tv pubblica le loro cure.

Richelieu e Francois Leclerc du Tremblay lo avevano capito bene.
Le notizie sono la piu' grande distrazione.
Separano la mente dalla realtà.

Non fare domande.

Non fare domande.

Ma

Fino a che punto saremo disposti ad arrivare nel nome del terrore ?

Direi che con il Coronavirus la risposta l'abbiamo già vista.

Nel nome della Vita intesa unicamente come tempo biologico saremo disposti ad accettare tutto.

A questo punto è però lecito chiedersi;

Che società siamo diventati ?

Qualsiasi cosa pur di vivere un giorno in più ?

Se mi raccontassero in un altro tempo di quanto ho e abbiamo vissuto penserei ad una società di
Ratti e schiavi.

Ratti e schiavi.

Ratti e schiavi.

lunedì 8 giugno 2020

Black Lives Matter e' sbagliato

C'è un detto in inglese che mi viene in mente quando leggo e guardo le proteste dietro lo slogan Black lives matter.

"The road to hell is paved with good intentions"
La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

Queste proteste sono piene di buone intenzioni ma con quello slogan stanno dividendo.
E le divisioni portano ad odio e ancora più razzismo.

La risposta giusta sarebbe quella, certamente più difficile, di protestare contro tutte le morti per mano della polizia.

Gli esempi di MLK, Gandhi, Mandela sarebbero quelli da cui trarre ispirazione.

Non scendete in piazza per chiedere la tutela di un'etnia o razza ma scendete in piazza per la tutela di una vita, andando oltre il colore della pelle.

Immaginate se foste a capo della polizia o del paese e dopo i fatti di Minneapolis vedeste milioni di persone protestare per i diritti e le vite dei neri.

Se a capo di queste proteste ci fossero uomini e donne di colore insieme a bianchi e gialli che cosa pensereste di loro ?

Probabilmente, eccoli qui i soliti rompicoglioni, ne tocchi uno e piangono tutti, la solita lagna da quattro secoli.

Mettiamo adesso foste sempre lo stesso capo della polizia, o del paese, e dopo i fatti di Minneapolis vedeste milioni di persone protestare per la morte, non di un nero, ma di un essere umano.

Se a capo di queste proteste ci fossero uomini e donne di colore che cosa pensereste di loro ?

Ne avreste certamente, ed inconsciamente, molto rispetto.

Tutti i popoli nel corso della storia hanno subito il giogo della schiavitù e del razzismo.
Ogni razza ed etnia inizia a liberarsi quando smette di considerarsi o lasciare che gli altri la considerino inferiore.
Black lives matter rimarca un'inferiorità

La libertà è una proiezione, un'idea, prima che diventi realtà perchè davanti alla morte siamo tutti uguali.

#alllivesmatters #reformpolice #reformjustice

domenica 7 giugno 2020

Teorema (1968)


Consigli cinematografici e riflessioni varie con Glauco Cavazzuti.

In questo episodio Teorema di Pasolini.

sabato 6 giugno 2020

Prima che gli uomini dessero un nome ai colori

Sporchiamo il foglio
Una nuova globalizzazione è alle porte

Vostra maestà è circondata da traditori, non abbiamo le riserve che le hanno detto
Sonata per pianoforte di Scriabin in Fa minore, opera 20
Leggera e piacevole come una folata di vento in estate

Lei ti ha richiamato ?
Mai
O meglio, mi ha sorpreso
Ti ha cercato ?
Mai